Get a site

Storia di un tecnico di radiologia in Austria

Willkommen! Parliamo di Austria – vita, cibo, lavoro, cosa vedere. Ogni tanto però, vi secco con le mie riflessioni.

Category: Arbeiterkammer

Dichiarazione dei redditi in Austria

Se come me vivete da alcuni anni in Austria, forse vi sarete chiesti come va effettuata la dichiarazione dei redditi e se conviene quando praticamente non avete niente da dichiarare.

Premettendo che non sono un’esperto dell’argomento (in questo caso vi invito a rivolgervi almeno all’Arbeiterkammer che gratuitamente vi spiega tutto), vi posso almeno raccontare la mia esperienza.

Inizio dicendo che la dichiarazione può essere effettuata includendo al massimo gli ultimi 5 anni (per esempio adesso potete dichiarare dal 2012 al 2017).

Potete effettuarla compilando dei moduli cartacei da richiedere o all’Arbeiterkammer o direttamente al Finanzamt (l’equivalende dell’ Agenzia delle entrate) oppure  via internet. In questo caso basta creare un account nel sito del Finanzamt (FinanzamtOnline) e dopo alcuni giorni vi arriverà a casa una busta con i vostri dati d’accesso.

Sul sito, tra le tante cose, avrete già registrati i vostri Lohnzettel (cedolini) con il guadagno complessivo annuo.

La compilazione è molto facile.

Se non avete niente di particolare da dichiarare, oltre ai vostri dati (comprese le coordinate bancarie), dovrete mettere quanti datori di lavoro avete avuto durante l’anno.

Tenete conto che, se avete iniziato a lavorare verso la fine dell’anno spesso riceverete indietro non pochi soldi (con non pochi intendo anche tranquillamente 1000 e passa euro). Se avete cambiato più datori di lavoro con guadagni molto differenti tra di loro probabilmente anche in questo caso riceverete abbastanza.

Tra le cose che potete scaricare ci sono eventuali assicurazioni sulla vita,infortunio e malattia, donazioni a varie associazioni, spese per attrezzature da lavoro, libri per il lavoro, spese sanitarie ecc.

Compilando i moduli online avrete subito una panoramica dei soldi che riceverete e che entro due settimane vi verranno accreditati sul vostro conto.

Quindi, quando conviene fare lo Steuerausgleich? 

Praticamente anche quando non avete nulla da dichiarare!

Arbeiterkammer

La camera del lavoro in Austria, ha una funzione paragonabile al sindacato italiano (anche se non è un sindacato), con lo scopo di “difendere e promuovere gli interessi sociali, economici e culturali dei lavoratori”.
Ogni Bezirk (una sorta di provincia) ha la sua sede.
Se avete problemi con il datore di lavoro (non vi paga, non rispetta il contratto, ecc.), potete rivolgervi all’AK, che provvederà.
Da quanto so, difficilmente con i datori di lavoro austriaci si hanno problemi, proprio perché hanno una certa paura di eventuali denunce e controlli da parte dell’Arbeiterkammer.
I rappresentanti dell’AK sono anche legati a partiti politici ed quindi vengono eletti direttamente dai lavoratori.
Se avete un lavoro in Austria, automaticamente siete iscritti all’AK (come ho capito io sono esclusi solo i dipendenti pubblici, che non sono iscritti ma che comunque possono rivolgersi per informazioni). Diciamo che essendo un ente pubblico, vi potete rivolgere tranquillamente a loro per qualsiasi problema legato al mondo del lavoro (anche per sapere eventuali indenità sullo stipendio, ecc.).

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén