Get a site

Storia di un tecnico di radiologia in Austria

Willkommen! Parliamo di Austria – vita, cibo, lavoro, cosa vedere. Ogni tanto però, vi secco con le mie riflessioni.

Category: Ford Fiesta

Auto – Tassare il possesso o l’utilizzo?

L’Austria e l’Italia hanno un sistema di tassazione delle auto simile ma partono da presupposti diversi.

Se per quanto riguarda le assicurazioni i prezzi non sono molto diversi (preciso però che vale quando parliamo di classi alte, nelle classi bassi i prezzi austriaci di solito sono molto più economici di quelli italiani), la tassa di possesso tra Austria e Italia varia di molto.

Per la mia C3 con 82 cv in Italia pagavo circa 180€ di bollo, in Austria pago circa 290€, parliamo quindi di una bella differenza, che aumenta notevolmente se si possiede un’auto con più cavalli/kw.

Oltre all’assicurazione e la tassa di possesso, sulle auto gravano almeno altre due spese che dipendono dall’utilizzo e precisamente la benzina/gasolio e l’utilizzo delle autostrade.

In questo caso in Austria vi ritroverete a risparmiare, sopratutto se utilizzate molto l’auto, un bel po di soldi.

Gasolio e benzina costano mediamente 30 cent meno che in Italia e l’utilizzo delle autostrade costa 87€ circa all’anno (a parte alcuni tunnel e ponti).

Si capisce da se che, con una percorrenza ad esempio di circa 15.000/20.000 km all’anno e viaggiando molto in autostrada, il sistema di tassazione austriaco fa risparmiare un bel po di soldi, sopratutto alle aziende.

Ricordo che in Italia, viaggiando in autostrada tra Modena e Reggio Emilia, mi trovavo a spendere solo di autostrada circa 80€ al mese.

Mettiamoci anche il costo della benzina…alla fine i 110€ all’anno che si pagano di più di bollo sono compensati ampiamente.

Quale sistema è quindi migliore?

Per un cittadino privato, in alcuni situazioni (scarso utilizzo dell’auto) la differenza tra il  sistema austriaco e italiano è trascurabile. Per chi invece, deve utilizzare molto l’auto, come le aziende, il sistema di tassazione austriaco è migliore.

Post di alleggerimento

Nel pomeriggio sono andato a pulire la mia nuova auto (Citroen C3) arrivata 2 giorni fa.

Il cambio di auto (la mia vecchia Ford Fiesta era prossima ai 17 anni) è stato in funzione dell’espatrio in Austria! Volevo avere un auto nuova prima di andare via, sopratutto più spaziosa (per la gioia della mia ragazza) e anche più sicura.

Ho deciso di prendere la versione benzina 1.2 VTI modello Exclusive. Questo 3 cilindri non è male (nonostante il mio scetticismo per questo tipo di motori) e anche se ha solo 82 cv spinge abbastanza bene.
Per i consumi ancora non saprei  dire, ho fatto solo 100 km! Un aspetto interessante è che la cinghia di distribuzione si cambia ogni 10 anni o 180.000 km!!! Avrei preferito la catena ma comunque vorrà dire che al massimo la cambierò 2 volte. Lo spazio dentro non è male e anche il bagagliaio è abbastanza grande (300 litri).
p.s. Adoro le targhe austriache. Quelle tradizionali sono composte da 3/4 lettere (le prime 1/2 indicano il distretto) e da 3 numeri. Però sono personalizzabili (e li c’è da divertirsi a vedere le personalizzazioni). Tra la sigla del distretto e i numeri è presente lo stemma del Land di residenza (le targhe in Austria seguono la residenza del proprietario, quindi se cambiate residenza dovete cambiare anche la targa). Per chi ad esempio si sposta dall’Italia all’Austria deve ritargare l’auto entro 3 mesi. Il costo se non sbaglio è di circa 300 euro per la targa personalizzata ma non sono sicuro dovrei domandare a qualche mio amico in Austria!
Qui sotto un esempio di Targa Austriaca

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén