Get a site

Storia di un tecnico di radiologia in Austria

Willkommen! Parliamo di Austria – vita, cibo, lavoro, cosa vedere. Ogni tanto però, vi secco con le mie riflessioni.

Tag: Linz

Situazione lavorativa in Austria (Tecnico di Radiologia)

Visto la situazione italiana, molti stanno prendendo in considerazione l’idea di andare a lavorare all’estero.

Come dicevo in un vecchio post qui non vi aspettano a braccia aperte, nel senso che la situazione non è di estrema carenza né di carenza a dire il vero, però nemmeno disastrosa come quella italiana.
Leggevo di quasi 1000 iscritti per un posto e che si presentano in 500 a farlo. Numeri senza controllo, con nessuna possibilità si assorbire tutti questi laureati nemmeno per i prossimi 10 anni.

In Austria, per il momento, i tecnici che vengono “sfornati” sono proporzionati al fabbisogno (anche se ho sentito dire che stanno iniziando ad alzare “pericolosamente” i numeri).
Questo vuol dire che, per un posto, si presentano abbastanza persone ma neanche tantissime,di solito tra le 5/6 fino alle 15/20 persone in città come Vienna, Graz o Linz.

Personalmente non ho avuto tantissime difficoltà per trovare lavoro in Austria per almeno due motivi:

  1. Ho inviato CV in TUTTA l’Austria
  2. Avevo già 2 anni di esperienza lavorativa in Italia.

Ora la possibilità di ritrovare lavoro qui, se dovessi perderlo, sono maggiori in quanto:

  1.  Ho un ulteriore anno di esperienza (maturata in Austria)
  2.  Il mio tedesco è migliorato 
  3. Sto maturando esperienza presso uno dei più grandi ospedali d’Europa.

Quindi valutate bene prima di partire, o almeno createvi le giuste basi:

  1. Un livello decente di tedesco (tra A2-B1)
  2. Una buona disponibilità economica (sia per la procedura di riconoscimento che poi per il trasferimento, casa o stanza inclusa)
  3. Possibilmente un minimo di esperienza documentabile

Tenete conto che qui, anche nell’impiego pubblico, non esistono concorsi, quindi non esistono pure graduatorie. Fate un normale colloquio con il capo tecnico e se risultate idonei venite assunti.
Ogni posto, di conseguenza, anche nello stesso ospedale, ha una storia a se.

Io personalmente ricordo di avere mandato tantissimi CV presso l’Ospedale di Graz.
Ora non so il perché, fatto sta che non mi hanno mai nemmeno invitato al colloquio dicendo che cercavano persone con altre caratteristiche (quali? chi lo sa). Lo stesso mi è capitato in Vorarlberg, mai riuscito a fare nemmeno un colloquio, la mia candidatura è stata sempre scartata a priori.
Come potete vedere il mondo del lavoro austriaco non è semplicissimo (non solo nel nostro settore).
Cercano persone con profili professionali o esperienza acquisite in settori specifici e spesso venite tagliati fuori a priori.
Di conseguenza armatevi di pazienta, “miglioratevi” lavorativamente parlando e preparatevi a qualche delusione…oh ma alle delusioni siamo abituati!

Quali sono le zone più ricche dell’Austria?

Approfitto delle ultime statistiche rilasciate dall’equivalente austriaca dell’Istat per parlare di quali sono le zone con un reddito pro capite più alto in Austria.

Qui trovate l’articolo completo.
Io invece volevo proporvi brevemente questa immagine 
Come vedete è una cartina dell’Austria divisa secondo i criteri UE NUTS-3 con riferimento ai redditi pro capite 2012.
Praticamente sono diversi distretti messi insieme e di solito formano delle Regioni storiche, per esempio la Waldviertel non esiste come organo amministrativo/politico vero e proprio ma  è una regione storica austriaca.
La zona in assoluto più ricca risulta essere Salisburgo e Provincia con un reddito di 49.100 €/anno.
Al secondo posto Linz-Wels con 48.500 €. Terzo posto per Vienna con 47.300 €.
Le zone più povere sono invece il Weinviertel con 19.000 € (ultima posizione, 35ma), Mittelburgerland con 20.600 €….e poi Waldviertel con 25.300 € in 29ma posizione.
A livello di Land, quindi, i più ricchi sono Vienna, Salisburghese, Tirolo e Vorarlberg.
Per fare un paragone con l’Italia tenete conto che la regione/provincia più ricca, la Provincia Autonoma di Bolzano, ha un reddito pro capite di 36.900 €, mentre le più povera risulta essere  la Campania con 15.700 €.
La regione più povera dell’Austria ha un reddito medio quanto la Sardegna, che però in Italia è al sestultimo posto.

Le differenze di reddito in Austria sono quindi più sull’asse Ovest-Est che Nord-Sud, anche se, essendo l’Austria al centro dell’Europa, è generalmente dappertutto piuttosto ricca.

p.s. Horn è in Waldviertel.

Punti di vista

Per una nazione con oltre 60 milioni di persone, una città viene definita grande, solitamente quando comincia ad avere almeno più di 500.000 abitanti.
Ne consegue che paesi di 5.000/10.000 abitanti siano considerati appunto paesi o poco più.
L’Austria però di abitanti ne ha circa 8.500.000. Per avere un’ idea la sola Lombardia in Italia ha 10.000.000 di abitanti.
Di questi 8.500.000 quasi 2.000.000 vivono a Vienna e dintorni (Umgebung).
Dove vivo io ci sono poco più di 6.500 persone.
Dove voglio arrivare?
Un austriaco mi ha chiesto:
“La città da dove vieni in Italia più o meno quanto è grande?”
“Mah è una città medio-piccola”
“Ah, quindi più o meno come Horn!” 
“No! Più o meno come Linz!” °
“Aaaah, allora è una grande città!”
Questo vi renderà chiaro perché troverete qui in Austria McDonald’s/Burger King/ Nordsee anche in paesi dove in Italia al massimo trovate il proverbiale Forno. 
Oppure avrete la vostra stazione dei treni (ma veramente funzionante).
Avrete anche la vostra bella ADSL che funziona a 8 Mb veri (in Italia difficile trovarli anche in città).
La lista potrebbe continuare…
Alla fine trovo questo molto comodo. Vivi in un posto con i vantaggi del paese (tranquillità, prezzi affitti più bassi, ecc.) ma hai servizi che in Italia, in alcuni casi, non trovi neanche in una città.
° 200.000 abitanti

Alla scoperta dell’Austria – Wels

 

Oggi vi parlerò della città dove vive la mia ragazza, Wels.

Wels è una città dell’ Alta Austria di circa 60.000 abitanti, diciamo neanche piccolissima per gli standard austriaci.
Si trova a circa 40 Km da Linz.
Wels appartiene (apparteneva? forse ora esclusa per il suo numero di abitanti) all’associazione austriaca delle Piccole Città Storiche.
La città è attraversata dal fiume Traun, affluente del Danubio.
L’architettura del centro cittadino è tipico delle città austriache ed è presente un Castello.
Wels è anche un importante centro industriale dell’Alta Austria.
Interessante da visitare è  il piccolo Zoo comunale (gratuito, ma se volete potete lasciare un offerta).
Come ogni città e paese in Austria, ogni inverno Wels si anima grazie ai Mercatini di Natale, dove è possibile bere il Glühwein (Vin brulé) o il Punsch e mangiare alcuni dolci tipici austriaci.
Lungo il fiume Traun è presente una pista ciclabile/pedonale dove ci si può rilassare un po.
Come sempre sotto troverete alcune foto che ho scattato nei diversi periodi di vacanza.

16102011005

Traun

16102011004

Castello

16102011002

Centro

16102011001

Centro

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén